Sempre più si parla di montagna e soprattutto di questo mondo così immenso che copre più di un individuo. Nell’era della grandiosità societaria i giovani di oggi interpretano la montagna con poco interesse. Nella moltitudine di attrazione e coinvolgimenti, con gli sport di ogni genere, l’alpinismo o forse anche il semplice escursionismo sono attrattive meno interessanti nel mondo giovanile. Una minima parte ascolta la voce delle montagne che rende loro stessi cultori di esperienze di vita fatte di sacrifici e di sudore ma allo stesso tempo di grandi soddisfazioni. Forse non tutti conoscono tali bellezze e spetta a noi, divulgatori di questi interessi, far conoscere queste magnificenze. il nostro appennino, come del resto tutta la nostra splendida nazione, gode di una fortuna incredibile, che è quella di avere un “parco giochi” a portata di mano. La nostra colonna vertebrale, che è appunto l’Appennino, offre tutto ciò per far conoscere a tutti l’aspetto delle montagne. Far apprezzare tali passioni deve essere doveroso, perché le montagne sono un patrimonio indiscusso per la continuità di un mondo fatto troppo spesso di situazioni irreali e troppo più di condivisione che di visione!

Autore

danielepoggio77@alice.it

Articoli correlati